Il progetto

Ma la cultura politica si può svolgere solo attraverso la lotta politica e la lotta politica nel mondo moderno ha la sua premessa necessaria nella libertà.

Piero Gobetti, La nostra cultura politica

La ricorrenza dei 100 anni dalla fondazione de «La Rivoluzione Liberale», fondata da Gobetti il 12 febbraio 1922, rappresenta una occasione significativa per una riflessione comune sulla “nostra cultura politica” di fronte all’emergere e all’affermarsi del fascismo in Italia, in un confronto storiografico ed etico politico con il nostro tempo.

La rivista politica maggiore di Gobetti, infatti, è stata una delle voci più autorevoli e coerenti dell’opposizione al fascismo e insieme uno spazio liberale, eterodosso, aperto alle voci più diverse, anche quelle degli avversari e dei nemici.

Nell’ambito del progetto La nostra cultura politica, ci proponiamo da un lato di rivisitare gli anni della crisi della democrazia e dello stato liberale attraverso le pagine della "Rivoluzione Liberale", dall’altro di rivisitare le principali interpretazione che del fascismo diedero i contemporanei, in particolare: Piero Gobetti, Giacomo Matteotti e Antonio Gramsci.

Il progetto è realizzato con il sostegno del Consiglio regionale del Piemonte e del Comitato Resistenza e Costituzione.


Le attività

L'interpretazione del fascismo in Gobetti, Gramsci e Matteotti

PROPOSTA DIDATTICA

Il centenario 1923-2023 segna la ricorrenza di quello che è stato l’inizio del ventennio fascista e del pieno coinvolgimento de «La Rivoluzione Liberale», nel suo secondo anno di vita, in quello che si rivelerà essere uno dei più intensi momenti di lotta politica della storia italiana. Gli anni dal 1922 al 1925 vedono la difficile, spesso eroica, formazione dei primi nuclei che daranno poi vita al movimento antifascista e alla Guerra di Liberazione. In questa prima risposta alla sorgente dittatura si distinguono le figure di Piero Gobetti, Antonio Gramsci e Giacomo Matteotti, tutti e tre animati da una opposizione al fascismo intransigente e senza compromessi, fino alle estreme conseguenze.

La proposta didattica curata dal Centro studi Piero Gobetti propone un approfondimento sulle interpretazioni che del movimento fascista diedero Gobetti, Gramsci e Matteotti, nei primissimi anni della dittatura. Essa si articola in:

- Una lezione di approfondimento della durata di 2h a cura di un ricercatore/ricercatrice del Centro studi Piero Gobetti: l’incontro prevederà un primo momento di didattica frontale e un secondo momento laboratoriale legato ai temi dell’Educazione civica;

- Un Kit didattico, uno strumento digitale contenente approfondimenti tematici e proposte di percorsi da svolgere con gli studenti;

- Bibliografia e consigli di lettura

 Su uno o più dei seguenti temi:

a) L’interpretazione del fascismo di Gobetti, Gramsci e Matteotti;
b) Gobetti e il fascismo come autobiografia della nazione;
c) Il consenso del bastone: l’interpretazione gramsciana del fascismo;
d) I discorsi di Matteotti sul fascismo.
 
Destinatari: secondaria di II grado (classe terza liceo classico, classe quinta altri Istituti).
Luogo: in aula, presso le scuole, o al Centro studi Piero Gobetti e al Polo del ‘900 (con annessa visita della sede del Centro studi, casa di Piero e Ada Gobetti).
Periodo di svolgimento del modulo: gennaio-giugno 2023, con data da definire in collaborazione con il corpo docente.
Costo: gratuito.
 

La nostra cultura politica. A cento anni dalla "Rivoluzione Liberale" di Piero Gobetti

CONVEGNO DI STUDI

Il convegno di studi riunisce studiose e studiosi da vari ambiti ed esperienza (tra specializzazioni negli studi gobettiani o nelle aree degli argomenti richiamati) al fine di ripercorrere i temi principali della rivista, attraverso approcci rinnovati e di alta qualità scientifica. Il convegno sarà suddiviso in quattro sessioni: la prima sessione introduttiva sulla formazione e il contesto storico della rivista, si terrà presso la Sala Viglione del Consiglio Regionale del Piemonte; la seconda sessione dedicata ai principali temi teorici della rivista (titolo Teorie, ideologie, culture politiche), ovvero il Liberalismo, il Marxismo, il Nazionalismo e il Fascismo; la terza sessione dedicata alle aree storiografiche maggiormente trattate nella Rivista (titolo Temi storici), ovvero la Riforma, il Risorgimento, il Meridionalismo e il Cattolicesimo; infine, la quarta sessione legata ai temi politi (titolo I “problemi concreti”), ovvero la politica internazionale, lo Stato, la cultura e l’economia.

Il convegno è realizzato con il patrocinio del Dipartimento di Giurisprudenza - Università degli Studi di Torino

SCARICA IL PROGRAMMA!


Il conflitto politico nel XX secolo

LECTIO MAGISTRALIS di Nadia Urbinati

Nadia Urbinati, politologa e professoressa di teoria politica alla Columbia University, terrà una lectio di ampio respiro sul tema del conflitto politico nel XX secolo.

Quando: lunedì 7 novembre, ore 18

Dove: Polo del '900 (Sala 900-Via del Carmine 14, TO)

Centro studi Piero Gobetti

Via Antonio Fabro, 6
10122 Torino
c.f 80085610014
 
Tel. +39 011 531429
Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pec. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua mail e sarai sempre
aggiornato sulle nostre attività!