Biblioteca

75.000 volumi e 5.000 riviste

Nella casa di Piero e Ada Gobetti

La biblioteca del Centro studi Piero Gobetti consta attualmente di circa 75.000 tra monografie e opuscoli.  Si tratta di una biblioteca specializzata su alcune figure e correnti della cultura e della politica italiana del Novecento, sulla vicenda nazionale dall'Unità ai giorni nostri e sulla storia del pensiero politico contemporaneo.
È un punto di riferimento obbligato per gli studiosi di Piero Gobetti e di Ada Prospero, dell'antifascismo di matrice liberaldemocratica, nonché del pensiero e dell'opera di Norberto Bobbio: conserva, infatti, i fondi librari di Piero Gobetti, della moglie Ada Prospero e di figure centrali della cultura novecentesca come Norberto Bobbio e Bianca Guidetti Serra (50.500 volumi e opuscoli).  
Nel 1998 la biblioteca ha aderito al Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN), che ha garantito una maggiore visibilità negli OPAC, portando ad un aumento considerevole del numero degli utenti, delle richieste di document delivery e delle domande di consulenza bibliografica. Si è provveduto a inserire tutto il pregresso della biblioteca, che precedentemente a SBN era catalogato in ERASMO a livello locale.

 

Al Polo del '900

Il Centro studi Piero Gobetti, nel mese di febbraio 2016, ha effettuato il trasloco al Polo del ‘900 di alcuni dei suoi fondi librari: Franco Antonicelli, Giuseppe Rapelli e Sergio Caprioglio. È stata trasferita anche la biblioteca generale del Centro che ha mantenuto la suddivisione per materie: Filosofia, Letteratura, Economia e Sociologia, Politica italiana e internazionale, Storia, Cina e Paesi ex-socialisti, Partiti e movimenti socialisti e comunisti, Unione Sovietica e Russia, Stati Uniti d’America. La scelta di trasferire al Polo la biblioteca generale del Centro Gobetti e alcuni fondi librari è nata affinché studenti, ricercatori e cittadinanza, potessero essere agevolati nella ricerca dei volumi collocati in un’unica sede, popolata da più biblioteche di diversi istituti culturali, dove sono stati resi disponibili gli stessi servizi di prestito, reference e document delivery delle biblioteche dell’Università di Torino. Il totale dei volumi e opuscoli che sono stati trasferiti al Polo del ‘900 sono circa 25.000 (dei totali 75.000 del Centro studi).
Per scoprire tutti i servizi della biblioteca e sala lettura del Polo del '900 consulta la Carta dei servizi.

Servizi e contatti

Presso la Casa di Piero e Ada Gobetti sono disponibili i seguenti servizi bibliografici
- Consultazione
- Prestito 
Reference (in loco e da remoto)
- Document delivery
- Fotocopie e scansioni (secondo la normativa del copyright e del diritto d’autore).
La sala lettura è aperta al pubblico nei seguenti orari: lunedì - giovedì dalle 14.30 alle 18.30.
 
Per info:
Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 011531429

Per gli orari e servizi attivi presso la biblioteca del Polo del ‘900 consulta il sito del Polo del '900.

 

I libri con collocazione DAERA-POLO, SBN.G-POLO e PERIODICI.ANTONICELLI.POLO si trovano nella biblioteca del Polo del '900 presso il 1° piano di Palazzo S. Daniele (via del Carmine 14, Torino).

 

Fondi librari

Biblioteca personale di Piero Gobetti

La biblioteca personale di Piero Gobetti comprende 3200 volumi di filosofia e pedagogia, storia, economia, politica, letteratura italiana e straniere, teatro e storia dell’arte a cui si aggiunge la raccolta completa di tutte le edizioni della casa editrice Piero Gobetti, che sono attualmente 114 volumi. Nella biblioteca è possibile trovare le opere dei filosofi dell' idealismo Croce e Gentile e dei suoi due principali maestri Salvemini ed Einaudi, in edizioni rare e difficili da reperire, rese ancor più preziose dalle sottolineature e dalle annotazioni di Piero. La biblioteca ha inoltre catalogato e digitalizzato tutti gli articoli delle tre riviste di Piero Gobetti: Energie Nove, La Rivoluzione liberale, Il Baretti consultabili sul nostro sito.

Biblioteca personale di Ada Prospero Marchesini Gobetti

Alla morte di Ada, nel 1968, la sua biblioteca personale dalla casa di Reaglie (Torino) fu trasferita nei locali del Centro studi. Si tratta di 2500 volumi, schedati e nella quasi totalità inseriti in SBN. Le sezioni più rilevanti riguardano la pedagogia, i problemi della scuola e la letteratura per l'infanzia, cioè i campi in cui nel secondo dopoguerra Ada esplicò la maggior parte della propria iniziativa; significative sono anche alcune raccolte di periodici e di riviste, riguardanti i medesimi problemi, nonché numerosi bollettini realizzati da istituti scolastici negli anni Cinquanta e Sessanta.

Biblioteca Norberto Bobbio

La donazione della biblioteca Bobbio al Centro Gobetti, annunciata nel 1989, è proseguita negli anni successivi ed è stata ufficializzata nel 1996. 
Le principali aree della biblioteca sono la filosofia e le scienze sociali e politiche. Sezioni specifiche sono dedicate alla filosofia del diritto (la più ampia), alla filosofia della politica, alla filosofia della scienza e alla filosofia italiana del Novecento. Le scienze sociali e politiche, a loro volta si suddividono, in sociologia, diritto, politica, quest'ultima distinta in due filoni: scienza della politica e storia del pensiero politico. 
La biblioteca comprende un piccolo settore antiquario. I volumi e gli opuscoli già conservati al Centro sono circa 20.000, che corrispondono più o meno ai due terzi dell'intera biblioteca. I materiali che vengono regolarmente trasferiti dalla abitazione del professore ai locali del Centro studi vengono classificati, catalogati e inseriti in SBN e messi a disposizione del pubblico.
Per quanto riguarda l'emeroteca, sono state trasferite 60 testate complete e numerosissime incomplete; il suo nucleo centrale è costituito dalle riviste di filosofia e di storia del pensiero politico, tra le quali la "Rivista di filosofia", la "Rivista di storia della filosofia", la "Rivista internazionale di filosofia del diritto", "Filosofia politica" e "Teoria politica".

Biblioteca Franco Antonicelli

I circa 6000 volumi, che compongono questa sezione della biblioteca, riflettono la varietà degli interessi storici, politici e letterari di Antonicelli, nonché la sua passione per i volumi rari e le antichità librarie.

Le sezioni più corpose sono quelle di letteratura, comprendente la maggior parte dei classici italiani ed esteri, quella di storia, specializzata nella storia d'Italia e d'Europa a partire dalla metà dell'Ottocento, e quella dedicata al fascismo e all'antifascismo nel periodo tra le due guerre.

Anche questo materiale è interamente catalogato e inserito in SBN.

Biblioteca Sergio Caprioglio

I circa 5000 libri dello studioso dell'antifascismo italiano e torinese, Sergio Caprioglio, vertono sulla storia del Novecento con particolare riguardo ai primordi del pensiero socialista.
Si segnala un cospicuo gruppo di pubblicazioni in lingua russa e in altre lingue dell'Europa orientale.

Storica del centro

Si tratta di un patrimonio librario di altissimo livello, che si compone di alcuni fondi storici e dei volumi acquistati direttamente dal Centro studi, talora attraverso collezionisti e librerie antiquarie. Nel complesso si configura pertanto una biblioteca specializzata su alcune figure e correnti della cultura e della politica italiane del Novecento, ma anche - più in generale - sulla vicenda nazionale dall'Unità ai giorni nostri e sulla storia del pensiero politico contemporaneo. È un punto di riferimento obbligato, ovviamente, per gli studiosi di Piero Gobetti e di Ada Prospero, dell'antifascismo di matrice liberaldemocratica, nonché del pensiero e dell'opera di Norberto Bobbio.

La biblioteca aderisce al Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN), la rete informatica nazionale che fornisce un catalogo unificato delle biblioteche italiane. A livello regionale il catalogo è accessibile attaverso il servizio Librinlinea.


Consulta il catalogo Unito

Il Centro studi Piero Gobetti aderisce al Coordinamento delle Biblioteche Speciali e Specialistiche

Fondo Spagna

I circa 1000 volumi, che compongono questa sezione della biblioteca, comprendono sia materiale appartenente al periodo della guerra civile, sia quello posteriore relativo alla resistenza antifranchista e alla lotta politica contro il regime fuori e dentro la Spagna.

Questa sezione rappresenta la somma di lasciti, donazioni, depositi che nell'arco degli anni cinquanta e sessanta furono fatti da studiosi ed esponenti politici che, a vario titolo, ebbero modo di frequentare il Centro.

Benché la raccolta, che si compone anche di un fondo emerografico e archivistico, non abbia le caratteristiche di completezza e organicità proprie di un fondo strutturato e regolarmente ampliato, essa possiede dal punto di vista storico-archivistico un notevole valore, con riviste, manifesti e documenti estremamente rari e in alcuni casi unici.

Fondo Zino Zini

Docente di filosofia morale presso l’Università di Torino, dopo aver insegnato al liceo Cavour e al D’Azeglio. Scrittore socialista, collaboratore dell’Ordine Nuovo di Antonio Gramsci, tra l’altro noto come autore del libro pacifista “Il congresso dei morti”.

Collegati al suo archivio, sono giunti al Centro studi Gobetti parte dei libri della sua biblioteca (circa 65 volumi)

Materiale catalogato in SBN.

Consulta il catalogo Librinlinea

Fondo Oddone Beltrami

Il Fondo Oddone Beltrami è composto da 300 libri e opuscoli che trattano di Fascismo, antifascismo e deportazione.

Materiale catalogato in SBN.

Consulta il catalogo Librinlinea

Fondo Luigi Bobbio

Il Fondo Luigi Bobbio, figlio del filosofo prof. Norberto Bobbio, è composto da 130 libri e opuscoli riguardanti le Scienze sociali e il Movimento studentesco del 1968.

Materiale catalogato in SBN.

Consulta il catalogo Librinlinea

Fondo Nella Marchesini e Ugo Malvano

Nella Marchesini nasce a Marina di Massa nel 1901 e nel 1911 si trasferisce a Torino con la famiglia. Conosce e frequenta l’ambiente gobettiano e sarà proprio Piero Gobetti a presentarla a Felice Casorati, di cui diventerà allieva. Nel 1930 sposa Ugo Malvano, il quale pur laureandosi in medicina a Torino non eserciterà la professione medica, ma si dedicherà all’attività artistica di pittore. I libri donati al Centro Gobetti dalla figlia Anna, sono 184 in gran parte d’arte, letteratura e datano dell’inizio del Novecento.

Materiale catalogato in SBN.

Consulta il catalogo Librinlinea

Fondo Fascismo


Il Fondo Fascismo, così denominato perché raccoglie libri e opuscoli di produzione dell’epoca fascista, costituisce un’importante patrimonio documentario per gli studiosi.

Il materiale è stato suddiviso per argomento : Storia del Fascismo; Scritti di Mussolini e dei suoi familiari; Scritti su Mussolini; Politica sociale, economica ed industriale; Corporativismo e sindacalismo; Politica culturale e Scuola; Testi scolastici; Politica coloniale; Politica razziale; Discorsi radiofonici; Diari, memorie, carteggi. E’ una fonte di difficile reperibilità che informa su aspetti peculiari della vita sociale e non solo politica negli anni del Fascismo.

In totale tra libri e opuscoli sono circa 2500.

Materiale catalogato in SBN.

Consulta il catalogo Librinlinea

Emeroteca

Il patrimonio dei periodici conservati presso il Centro Gobetti comprende collezioni complete, raccolte rare con alcuni numeri mancanti, e numeri sparsi pervenuti da specifiche donazioni, che rispecchiano sempre le principali linee culturali del Centro e la cui rarità o interesse specifico ne giustifica la conservazione.
Formatosi inizialmente intorno alle raccolte complete delle riviste gobettiane “Energie Nove” (1918-20), “La Rivoluzione Liberale” (1922-25), “Il Baretti” (1924-28), si arricchì subito di pezzi rari donati da amici e fondatori del Centro.
Nel 1966 fu acquisita l'importante emeroteca di Terenzio Grandi, ricca di circa 180 titoli di giornali politici repubblicani di cui alcuni molto rari e alla morte di Franco Antonicelli parte della sua ricchissima biblioteca ed emeroteca è stata trasferita nei locali del Centro.
Negli anni successivi, grazie a donazioni di primaria importanza, (la sola Biblioteca di Norberto Bobbio ha contribuito ad arricchire il patrimonio di oltre 800 testate, alcune delle quali già presenti, altre completamente nuove), i periodici consultabili presso il Centro hanno raggiunto il considerevole numero di 4.500, e ricoprono periodi storici riguardanti la storia, la politica e la letteratura europee dalla fine del secolo diciannovesimo a tutto il secolo ventesimo.
I periodi storici più ricchi di materiale riguardano principalmente: il ventennio fascista, la guerra di Spagna, il dopoguerra, il movimento operaio europeo - con particolare enfasi sul periodo italiano del '68 - l'anarchismo, la cultura in generale; la filosofia, la filosofia del diritto e la teoria politica provengono principalmente dalla Biblioteca di Norberto Bobbio.
Un altro settore da non dimenticare è la stampa clandestina del ventennio, proveniente da archivi personali. Si compone di 43 titoli, su carta fragilissima, e di formato a volte quasi tascabile, e comprende anche varie pubblicazioni spagnole antifranchiste.

Risorse digitali

Il Centro studi Piero Gobetti ha curato negli anni il lavoro di digitalizzazione e messa online delle bibliografie di Norberto Bobbio (scritti di e studi su) e delle riviste di Piero Gobetti (Energie Nove, La Rivoluzione Liberale, Il Baretti). Tale patrimonio è liberamente consultabile e scaricabile, cliccando nei bottoni sottostanti e seguendo le istruzioni della piattaforma.

Centro studi Piero Gobetti

Via Antonio Fabro, 6
10122 Torino
c.f 80085610014
 
Tel. +39 011 531429
Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pec. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua mail e sarai sempre
aggiornato sulle nostre attività!