Il progetto

Ho in mente una mia figura ideale di editore. Mi ci consolo, la sera dei giorni più tumultuosi, 5, 6 per ogni settimana, dopo aver scritto 10 lettere e 20 cartoline, rivedute le terze bozze del libro di Tilgher o di Nitti, preparati gli annunci editoriali per il libraio, la circolare per il pubblico, le inserzioni per le riviste, litigato col proto che mi ha messo un errore nuovo dopo 3 correzioni, mandato via rassegnato dopo 40 minuti di discussione il tipografo che chiedeva un aumento di 10 lire per foglio, senza concederglielo; aiutato il facchino a scaricare le casse di libri arrivate troppo tardi  [...]
Piero Gobetti

100 anni fa nasceva la Piero Gobetti Editore

L’azione culturale e politica di Piero Gobetti – il cui fine ultimo era la formazione di una nuova élite intellettuale e di “una classe dirigente sicura e moderna, dotata di spirito di sacrificio e di maturità storica” – fu portata avanti attraverso l’innovativa formula, parzialmente ereditata dall’esperienza fiorentina della rivista “La Voce”, di coniugare la pubblicazione delle riviste con la creazione di una casa editrice.

Sebbene il progetto editoriale prese avvio cento anni fa (1923), il giovane intellettuale rifletteva sull’importanza dell’autonomia editoriale e sulla definizione di una identità sin dal 1919, all’età di diciotto anni. L’editore – parafrasando Gobetti – doveva essere l’iniziatore di un movimento di idee, dotarsi di un catalogo coerente e non pubblicare in base alle mode o puntando esclusivamente sull’estetica dell’oggetto libro. Solo facendosi portatore di un movimento di idee, egli poteva definire la propria funzione nella vita sociale del Paese.

Come è noto, la casa editrice “di opposizione e di avanguardia” pubblicò alcune opere rappresentative delle correnti politiche del tempo e della lotta antifascista: La rivoluzione meridionale di Guido Dorso, Pensiero antifascista, Popolarismo e fascismo e La libertà in Italia di Luigi Sturzo, La Rivoluzione protestante di Giuseppe Gangale, Le lotte del lavoro di Luigi Einaudi, Una battaglia liberale di Giovanni Amendola. 

Si tratta di un catalogo europeo espressione di una cultura europea di impronta illuministica che dalla politica passa alla letteratura e alla poesia con Ossi di seppia di Eugenio Montale, fino alla scienza con Considerazioni elementari sul principio di relatività di H. A. Lorentz, a cura di Sebastiano Timpanaro.

Il Centro studi Piero Gobetti sta editando i carteggi gobettiani, a cura di Ersilia Alessandrone Perona, presso Einaudi, e l’intero catalogo della casa editrice, presso Edizioni Storia e Letteratura, a cura del Comitato Edizioni Gobettiane, presieduto da Bartolo Gariglio.

Nel 1925, quando la casa editrice era avviata e l’attività di Gobetti veniva periodicamente ostruita dal regime, il giovane continuava a riflettere sul ruolo dell’editore e affidava alle pagine di un diario la sua significativa idea di “editore ideale”. Quelle pagine, ritrovate negli anni successivi, furono poi pubblicate in un prezioso volumetto curato dall’amico Franco Antonicelli, dal titolo L’editore ideale (Vanni Scheiwiller Editore, Milano 1966). che ora viene riproposto, presso Aras Edizioni, nella “Collana gobettiana" del Centro studi Piero Gobetti, fondata e diretta da Pietro Polito. 

Per cominciare

♦ Presentazione del programma delle iniziative

Lunedì 20 marzo
ore 16
Visita delle Istituzioni presso la casa di Piero e Ada
 
ore 18
Polo del '900 (Via del Carmine 14, TO)
Presentazione del programma di iniziative dedicate ai cento anni della casa editrice di Piero Gobetti
 
Saluti istituzionali
Apertura dei lavori: Alberto Sinigaglia, Presidente del Polo del 900
Introduzione: Dora Marucco, Vice-presidente del Centro studi Piero Gobetti
Interventi: Pietro Polito e Marta Vicari, curatori della nuova edizione del volume di Piero Gobetti, L'editore ideale a cura e con prefazione di Franco Antonicelli (1966) (Aras edizioni, Fano 2023, “Collana Gobettiana”).
Progetto realizzato con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese.
Il programma verrà costantemente aggiornato

Il programma delle iniziative è realizzato con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese.

Centro studi Piero Gobetti

Via Antonio Fabro, 6
10122 Torino
c.f 80085610014
 
Tel. +39 011 531429
Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pec. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua mail e sarai sempre
aggiornato sulle nostre attività!