Home Le pubblicazioni Laboratorio

Centro studi Gobetti

Istituto culturale dedicato allo studio della storia e del pensiero politico del ventesimo secolo, fondato nel 1961. Ha sede nella casa dove abitarono Piero e Ada.
Leggi

Biblioteca

Biblioteca specializzata sulla storia del pensiero politico contemporaneo e su alcune figure e correnti della politica e della cultura italiane del Novecento.
Leggi

Archivio

Oltre alle carte di Piero e di Ada Gobetti, l’archivio conserva fondi personali e di movimenti politici e sociali di grande interesse per la storia del Novecento.
Leggi

p4

polo del 900

Laboratorio 2010

Cent'anni non bastano
di Michelangelo Bovero

Testo della relazione presentata il 6 maggio 2010, a Siena, al convegno La lezione democratica di Norberto Bobbio a cent’anni dalla nascita, organizzato in collaborazione con l’Università degli studi di Siena, la Fondazione Monte dei Paschi di Siena e l’Associazione musicale Chigiana.Partendo dalla contrapposizione fra l’immagine di una Italia civile (titolo di un noto volume di Bobbio del 1963) e quella dell’Italia barbara (titolo dell’opera di Curzio Malaparte, che Gobetti pubblicò nel 1925), l’autore discute di come si possa leggere l’intera storia nazionale italiana alla luce di questa dicotomia, che continua a riproporsi anche ai giorni nostri sulla base di alcuni “nodi” irrisolti nella maturazione del paese, per la cui comprensione la lezione bobbiana resta tuttora fondamentale.

Attraverso Gobetti. Una proposta di approccio ai concetti di politico e di popolo in epoca post-fordista
di Danilo Ciampanella

Dopo aver dedicato al pensiero politico di Gobetti la propria tesi di laurea, l’autore avanza in questo articolo un’interpretazione originale della possibile attualità di quel pensiero, rileggendolo e rielaborandolo alla luce – soprattutto – delle tesi suggerite da alcuni filosofi politici legati al cosiddetto post marxismo, quali Ernesto Laclau e Chantal Mouffle. In quest’ottica (e sulla base di un’attenta disamina di alcuni temi centrali della storia dei movimenti socialisti e comunisti) Gobetti viene presentato come un “classico” del pensiero politico contemporaneo, al quale sarebbe possibile ispirarsi sia per comprendere le ragioni della sconfitta epocale, subita dal movimento operaio sul finire del Novecento, sia per rilanciare una visione radicale della trasformazione della società in senso democratico.


Paolo Spriano storico di Gobetti
di Marino Tamagnone

Frutto di un’accurata ricerca condotta su fonti édite e su documenti d’archivio, l’articolo ricostruisce in maniera analitica i primi passi di Paolo Spriano come studioso di Gobetti, mettendoli in stretta relazione con la sua partecipazione alla Resistenza, con i rapporti personali che lo legavano alla famiglia Gobetti e con l’adesione militante – nell’immediato dopoguerra – al partito comunista italiano. Si tratta del primo studio organico su Spriano, nel quale sono affrontati e discussi tanto i caratteri di fondo della sua figura di storico, quanto il contributo ch’egli diede alla ricerca e alla riflessione su Gobetti, fornendone un’interpretazione che ha segnato profondamente questo campo di studi.

 

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. Per avere maggiori informazioni sui cookie guarda la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.