Centro studi Gobetti

Istituto culturale dedicato allo studio della storia e del pensiero politico del ventesimo secolo, fondato nel 1961. Ha sede nella casa dove abitarono Piero e Ada.
Leggi

Biblioteca

Biblioteca specializzata sulla storia del pensiero politico contemporaneo e su alcune figure e correnti della politica e della cultura italiane del Novecento.
Leggi

Archivio

Oltre alle carte di Piero e di Ada Gobetti, l’archivio conserva fondi personali e di movimenti politici e sociali di grande interesse per la storia del Novecento.
Leggi

p4

polo del 900

Luglio
 
Italia

Si svolge il congresso dell'associazione nazionale degli assistenti universitari, che si schierano con il movimento degli studenti e attaccano il potere dei "baroni". Proseguono intanto i contatti tra studenti e operai, che in diverse città si organizzano in assemblee, leghe e comitati di lotta, autonomi dai sindacati e dai partiti di sinistra.
Gran Bretagna

Un affollato comizio sul Vietnam a Londra si conclude con incidenti tra dimostranti e polizia.

  Comizio sul Vietnam. Londra
dal sito: http://cs.nga.gov.au

Germania Federale

Viene nuovamente occupata l'università di Berlino, dopo il rifiuto delle autorità accademiche di un nuovo statuto proposto dagli studenti. La polizia sgombera con violenza e arresta decine di persone. Sono in lotta anche gli studenti universitari di Zurigo, in Svizzera.

Francia

Gli ultimi incidenti di rilievo avvengono il 14, nel corso delle feste per l'anniversario della Bastiglia. Il 16 viene arrestato Alain Krivine, leader di un gruppo trotzkista tra i più attivi nel movimento di maggio.

 
Alain Krivine
dal sito: http:// www.photos-vintage.fr

Stati Uniti

Proseguono senza sosta le agitazioni dei neri e gli scontri con la polizia: ad Akron (Ohio), Grand Rapids (Michigan), Cleveland, Chicago, Detroit, Seattle. Il Black Panther Party organizza manifestazioni a Oakland, dove viene processato il leader Huey Newton. Intanto a Berkeley le autorità impongono il coprifuoco contro gli studenti. A Boston duri scontri tra polizia e hippies, che si protraggono per tre giorni.

 

 
Huey Newton
dal sito: http:// content.answers.com

Messico

A città del Messico gli studenti danno vita a un movimento di protesta in occasione delle imminenti Olimpiadi, ma a partire dal giorno 24 vengono duramente attaccati in piazza dalla polizia. Dopo cinque giorni di duri scontri, i morti risultano più di quindici, oltre mille gli arresti. A Buenos Aires, in Argentina, il giorno 5 l'università viene occupata e subito sgomberata dalla polizia.

Chile

A Santiago il 13 la polizia carica una manifestazione contro la guerra in Vietnam.


Nicaragua e Guatemala

Proteste studentesche contro la visita del presidente americano Johnson.

 
Lyndon Johnson
dal sito: http://www.wellesley. edu

Turchia

Gruppi di studenti protestano contro la presenza della VI flotta americana nel porto di Istanbul, e manifestazioni di piazza per il Vietnam vengono duramente attaccate dalla polizia in altre città.


le parole in neretto sono definite nel glossario
 
I libri del mese
 

Marica Tolomelli, Il Sessantotto. Una breve storia , Roma, Carocci, 2008, pp. 141

  Il Sessantotto. Una breve storia

È forse una delle opere più utili, per chi voglia avere un rapido quadro d'insieme del “mitico” Sessantotto. L'autrice infatti parte dalla constatazione che l'informazione e i giudizi su quei fenomeni storici, malgrado il gran parlare che se ne fa ad ogni ricorrenza, nel complesso risultano ancora molto approssimativi, soprattutto fra le generazioni più giovani. E si pone pertanto un duplice obiettivo: da un lato ricostruire in maniera sintetica i fatti (e gli antefatti) principali del '68 negli Stati Uniti e in Europa, dall'altro capire le ragioni per cui quei fenomeni diventarono quasi subito oggetto di un forte interesse da parte delle scienze sociali, producendo (“a caldo”, si potrebbe dire) delle interpretazioni forti, che si sono consolidate nel tempo e che ancora oggi ne costituiscono le chiavi di lettura più utilizzate. Ne sono indicate e discusse due, per molti versi antitetiche: il Sessantotto come «promotore di democrazia e modernizzazione», e il Sessantotto «come anticamera del terrorismo». In entrambe, sembra voler dire l'autrice, vi sono in ultima analisi degli elementi di verità e degli elementi di forzatura, a dimostrazione della complessità e della contraddittorietà di quella stagione di lotte sociali. E della necessità, quindi, di continuare a studiarla.

 

 

 
Contatti Links Area di Dialogo Le Attività
 
dipnude

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. Per avere maggiori informazioni sui cookie guarda la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.