Centro studi Gobetti

Istituto culturale dedicato allo studio della storia e del pensiero politico del ventesimo secolo, fondato nel 1961. Ha sede nella casa dove abitarono Piero e Ada.
Leggi

Biblioteca

Biblioteca specializzata sulla storia del pensiero politico contemporaneo e su alcune figure e correnti della politica e della cultura italiane del Novecento.
Leggi

Archivio

Oltre alle carte di Piero e di Ada Gobetti, l’archivio conserva fondi personali e di movimenti politici e sociali di grande interesse per la storia del Novecento.
Leggi

p4

polo del 900

Energie nove

Energie_Nove

«Energie Nove» è la prima delle tre riviste gobettiane. D’ispirazione salveminiana, fu progettata da Piero Gobetti diciassettenne, nel periodo delle vacanze estive fra la fine del liceo e l’inizio dell’università, e pubblicata tra il 1918 e il 1920. Gobetti non fu soltanto il direttore della rivista ma anche - e fin da subito - il principale autore, firmando articoli di politica interna ed estera, di critica letteraria, note di costume e recensioni di libri. Dai numerosi articoli di fondo a sua firma è possibile ricostruire il processo di maturazione sia del suo pensiero politico sia del suo stile di scrittura.

Si affiancarono a Gobetti firme conosciute come Balbino Giuliano, Angelo Tasca e Luigi Einaudi e giovani amici come Mario Attilio Levi, Giuseppe Manfredini e Ada Prospero, con il quale si fidanzò in quel periodo e poi sposò nel 1923.

 

La rivista riscosse interesse ed elogi da parte di importanti personaggi della cultura dell’epoca come Gaetano Salvemini (“Energie Nove è il titolo di una nuova rivista quindicinale, che un gruppo di giovani di Torino ha cominciato a pubblicare il 1° novembre 1918. Il primo numero è ottimo per serietà e franchezza di opinioni. Quei giovani là scrivono e pensano soprattutto pensano come pochi padreterno del nostro giornalismo quotidiano. La loro iniziativa è degna di simpatia e d’appoggio. E’ un sintomo prezioso del rinnovamento che si è andato maturando nello spirito della nostra gioventù durante questi anni di guerra. Quando i giovani cominciano a pensare con la loro testa e dimostrano di saper pensare, vuol dire che è prossimo a finire il dominio dei vecchi. E l’Italia non ha più tempo da perdere per sbarazzarsi dei vecchi barbagianni che hanno fatto tutto quanto potevano per perdere la guerra e faranno tutto quel che potranno per perdere la pace”), Benedetto Croce (“Mi è molto piaciuta per la serietà di pensiero e di propositi che vi si affermano”) e Giuseppe Prezzolini (“Sento vibrare nella loro rivista gli stessi sentimenti che si avvicinano quando fondammo La voce ma ravvivati dalla grande prova della guerra”).
La raccolta completa è composta di due serie: la prima costituita da dieci fascicoli, numerati dall’uno al dieci (il primo datato 1-15 novembre 1918, l’ultimo 15-31 marzo 1919), la seconda, di dodici fascicoli, numerati dall’uno al dodici (il primo datato 5 maggio 1919, l’ultimo 12 febbraio 1920). L’interruzione tra la prima e la seconda serie è motivata dalla partecipazione di Gobetti  al primo convegno dei gruppi d’azione degli Amici dell’Unità, svoltosi a Firenze dal 17 al 19 aprile 1919.

 

The Internet space is not thoroughly regulated and, therefore, some online pharmacies may not have proper protection technologies which will not guarantee the safety of your data. In this way, your banking details may be misused, and your personal data may also be corrupted. Therefore, before you make a decision to buy antibiotics https://onlinerxantibiotics.com/buy-zithromax-online/ online, you need to take the necessary safety measures yourself to avoid possible risks to your private details. There are too many scam companies on the web so that you should not entrust your data to a random company. Instead, it is better to check whether the drugstore you have chosen is properly certified and fully verified to ensure that your shopping experience is safe;

 

La versione digitale

La versione digitale dell’intera raccolta consente la lettura a video dell’intera testata nel formato originale. Inoltre tutti gli articoli sono stati schedati realizzando così una base dati comprendente i nomi degli autori, i titoli degli scritti, il numero e la data del fascicolo di appartenenza, l’anno di pubblicazione, la lingua e il genere. L’utente collegandosi alla base dati può muoversi pertanto in più direzioni. A partire dalla scheda di interrogazione, può risalire a tutti gli articoli che rispondono a uno o più criteri di selezione, prenderne visione ed eventualmente stamparlo, ma può anche , viceversa, partire da un determinato autore o parola del titolo e da quello risalire a tutti gli altri scritti che contengono quel particolare elemento. Le diverse chiavi (autore, titolo, anno, fascicolo e data di pubblicazione, lingua, genere) possono essere usate singolarmente o in combinazione.  Leggi le riviste

 

 

 

 

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. Per avere maggiori informazioni sui cookie guarda la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.