Over 500 000 customers trust our online drug store for the highest quality FDA approved medications available at the lowest prices online. So can you. All of our partners are reputable leading drug http://rxpropecia.com/ manufacturers keeping to the strictest standards of drug manufacturing. We thoroughly check each manufacturer and supplier as well as each drug supply. Due to wholesale ordering we manage to keep the lowest prices for prescription drugs. Another benefit for you to buy the drugs from our drug store https://rxclomid.com/ at the lowest prices ever is availability of the drugs without prescription. We offer a wide choice of antibiotics, antidepressants and blood pressure control drugs for you to buy online at the lowest prices fast and easy! Cipro is one of the widely used antibiotics for treatment of a wide range of infections caused with susceptible strains of bacteria. The drug is absolutely safe and features minimal precautions and contraindications. As all antibiotics Cipro is a prescription medication. This is not due to the risks of potential harm to health of a patient, but due to the high risk of taking a wrong drug for treatment of a disease. Certain diseases as viral, bacterial infections can cause similar symptoms on the initial stage of development. That is why an extensive examination is needed. Cipro is prescribed for treatment of bacterial invasions and inflammations in tendons and joints, respiratory tract infections, gastrointestinal infections and conditions complicated with bacterial infections. The drug is also effective against sinusitis and throat infections. The drug does not treat syphilis. The drug is produced in two forms: for oral administration and for intravenous use. The medicine must be carefully taken by women planning pregnancy. The medicine belongs to the category C meaning that there are no sufficient studies on the effect of the drug on the fetus. The highest potential risk of using unknown and untested drugs is a teratogenic effect on fetus. Some medicines can cause birth defects. Before you buy Cipro online, please, consult your physician.
farmacia-senzaricetta.com
Domenica, Maggio 19, 2019

Culture dell'esilio tra libertà e rivoluzione. Echi gobettiani nell'antifascismo internazionale

39_imgOrganizzato nell’ambito di un ciclo di incontri dal titolo Quando la libertà è altrove. Itinerari fra esilio e democrazia, il convegno ha affrontato un aspetto particolare, ma di grande rilevanza storico-politica, della “fortuna” di Gobetti: l’influenza che la sua figura e il suo pensiero, in particolare la sua idea di “rivoluzione liberale”, ebbero sulle culture politiche dell’antifascismo liberale e democratico negli anni della dittatura e della diaspora internazionale delle oppposizioni. Un argomento niente affatto scontato, e raramente approfondito, che qui è stato invece affrontato prendendo in considerazione ambiti e personaggi diversi dell’antifascismo (dall’esperienza di Giustizia e Libertà alla guerra di Spagna, da Carlo Rosselli a Silvio Trentin, dal cattolicesimo popolare di Luigi Sturzo al cristianesimo evangelico di Giuseppe Gangale) e contesti differenti – tra Europa e Stati Uniti – dell’esilio politico italiano.

Nell’ideazione di questo convegno, d’altra parte, si è voluto trattare il tema dell’esilio politico in un’ottica particolare, illustrata nella sua relazione d’apertura da Marco Revelli. Vedendolo, cioè, non solo come l’esperienza concreta, materiale, di chi è costretto a espatriare per sfuggire a persecuzioni e difendere la propria libertà, personale e di azione politica, ma – più in generale – come la condizione morale, spirituale, di chi rifiuta totalmente il regime dominante nel proprio paese e non vuole avere con esso complicità o connivenze di sorta. L’esilio, in altre parole, è stato inteso in un duplice senso: come abbandono fisico della propria nazione e come “esodo” politico-morale da essa, e dunque come luogo “ideale” in cui gli esuli – storicamente – si sono sempre trovati a operare, elaborando idee e progetti non solo per l’immediato, per la lotta presente, ma per il futuro, per il momento del ritorno in patria (in una patria diversa rispetto a quella che avevano lasciato). Come avvenne, appunto, nel caso dell’antifascismo italiano di matrice liberale e democratica, che elaborò nell’esilio gran parte di quanto avrebbe poi animato – a partire dalla Resistenza – la successiva nascita dell’Italia democratica e repubblicana.

Sommario:

4          Presentazione
            di Marco Scavino

I luoghi dell’esilio

 7         Piero Gobetti esule in patria
            di Marco Revelli

11        Problematiche gobettiane: rotture e continuità nell’esilio antifascista in Francia
            di Leonardo Casalino

15        Regimi e culture dell’esilio
            di Nadia Urbinati

Temi e figure dell’esilio

 

24        L’esilio dei “popolari” antifascisti  e l’eredità di Gobetti
            di Francesco Traniello

36        Piero Gobetti nei “Quaderni di Giustizia e Libertà”
            di Agata Pernicone

44        Anticonformismo, intransigenza, antifascismo e autonomia nelle “vite parallele” di Trentin e Gobetti
            di Corrado Malandrino

50        Per una rivisitazione del richiamo a Piero Gobetti negli anni di esilio di Carlo Rosselli
  di Antonio Bechelloni

57        Giuseppe Gangale: l’esilio di un evangelico
di Anna Strumia

Appendice

66        Il pensiero in esilio tra sogno e realismo. Un accostamento ideale tra Piero Gobetti e Maria Zambrano
di Pietro Polito

 I tempi dell’esilio

69        Piero Gobetti nell’antifascismo italiano
  di Paolo Soddu

76        L’influenza della guerra civile spagnola sull’esilio antifascista italiano
 di Marco Novarino

91        “Per varie e diverse vie”. Gli italiani e l’8 settembre
 di Bruno Maida

Risorse online

Top Headline
Il Baretti

«Il Baretti» è la rivista letteraria che Gobetti affiancò a «La Rivoluzione Liberale» nel 1924 e che gli sopravvisse fino al 1928. Tale versione, che sarà messa a disposizione sul sito internet del Centro studi in una sezione dedicata, permetterà la lettura...

Read More...
Energie nove

«Energie Nove» è la prima delle tre riviste gobettiane. D’ispirazione salveminiana, fu progettata da Piero Gobetti diciassettenne, nel periodo delle vacanze estive fra la fine del liceo e l’inizio dell’università, e pubblicata tra il 1918 e il 1920....

Read More...
La Rivoluzione Liberale

«La Rivoluzione Liberale» uscì per quasi quattro anni tra il 1922 e il 1925. Il primo numero apparve il 12 febbraio 1922, con un appello ai lettori in cui si proponeva di formare una classe politica che avesse «chiara coscienza delle sue tradizioni storiche...

Read More...
Bibliografie On-line

Bibliografia degli scritti "di" Norberto Bobbio Si tratta di uno strumento informatico unico nel suo genere, a livello nazionale e internazionale, che consente di effettuare ricerche avanzate, utilizzando più chiavi di ricerca sull'intera produzione scientifica...

Read More...
Quarant'anni fa il Sessantotto

I movimenti di protesta del 1968 sono stati uno dei fenomeni politici e sociali più importanti del XX secolo. Un fenomeno mondiale, che ha interessato non solo i paesi industriali del Nord America e dell'Europa occidentale, ma anche l'America Latina, il Giappone...

Read More...

Didattica

Top Headline

Un secolo di filosofia. Dieci tappe nel pensiero italiano del ‘900   PRESENTAZIONE Il Laboratorio di filosofia del Centro studi Piero Gobetti propone anche per l’anno accademico 2013-2014 un corso di storia del pensiero italiano interamente dedicato...

Read More...

  LEZIONI RECITATE  2014:III fase Testi di Leonardo Casalino recitati da Marco Gobetti Ideazione di Gabriela Cavaglià, Marco Gobetti, Leonardo Casalino Progetto del Centro studi Piero Gobetti in collaborazione con l’Ass. cult. Compagnia Marco...

Read More...

PREMIO IN MEMORIA DI GUIDO FUBINI Tesi di dottorato di ricerca I edizione – 2010/2011 L'Unione delle comunità ebraiche italiane, la Comunità ebraica di Torino, il Gruppo di studi Ebraici, l'Istituto di studi storici Gaetano Salvemini, il Centro studi Piero...

Read More...
Spagna, perchè?

Spagna, perchè? Dal 1931 a oggi: un paradigma del Novecento europeo Mostra itinerante La storia spagnola degli ultimi settanta anni racchiude e manifesta tutte le contraddizioni che hanno caratterizzato il Novecento in Europa. Dalla ricerca...

Read More...
La mostra itinerante

La mostra, di carattere didattico divulgativo, è composta da venti pannelli autoportanti 1931 ritorna la democrazia e la Spagna diventa una repubblica 1933-1936 difficili anni tra fermenti...

Read More...

Centro studi Gobetti

Istituto culturale dedicato allo studio della storia e del pensiero politico del ventesimo secolo, fondato nel 1961. Ha sede nella casa dove abitarono Piero e Ada.
Leggi

Biblioteca

Biblioteca specializzata sulla storia del pensiero politico contemporaneo e su alcune figure e correnti della politica e della cultura italiane del Novecento.
Leggi

Archivio

Oltre alle carte di Piero e di Ada Gobetti, l’archivio conserva fondi personali e di movimenti politici e sociali di grande interesse per la storia del Novecento.
Leggi

p4

polo del 900

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. Per avere maggiori informazioni sui cookie guarda la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.